Skip to content

BMMG.US

Bmmg.us

Software valutazione rischio scariche atmosferiche


Valutazione rischio scariche atmosferiche. Dal primo marzo è in vigore la nuova norma CEI EN L'art. 29 del bmmg.us 81/08 (modalità di. per la Valutazione del Rischio scariche atmosferiche - approfondimento Sicurezza. Il software Sicurezza Lavoro permette di valutare il rischio scariche​. Blumatica Scariche Atmosferiche è il software per la valutazione analitica del rischio di fulminazione ai sensi del D. Lgs. 81/08 e norma CEI EN e conformemente alla normativa tecnica applicabile: . CEI EN , "Protezione dei fulmini. Valutazione del rischio. Valutazione rischio fulminazione e CEI EN definizioni, glossario, metodologia di analisi dei rischi, verifica scariche atmosferiche. Il fulmine è un.

Nome: software valutazione rischio scariche atmosferiche
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 12.29 Megabytes

Software valutazione rischio scariche atmosferiche

Nella nuova edizione della norma sono stati apportati notevoli cambiamenti, sia formali sia sostanziali, rispetto alla precedente versione, comportando altrettanti cambiamenti nella nuova versione di LARS. Caratteristiche a E' possibile suddividere la struttura in zone, inserire un numero arbitrario di linee esterne e di impianti interni.

I campi dedicati all'inserimento dati o alla selezione di opzioni sono rappresentati sotto forma di check list. Il programma esegue una verifica sulla congruità della maggior parte dei dati inseriti segnalando eventuali errori e disabilitando i campi dipendenti dalla selezione di altri. I dati relativi alle tipologie di rischio non richieste, possono essere lasciati ai valori di default in quanto la procedura di calcolo valuta comunque tutte le quattro categorie di rischio.

Dopo aver introdotto tutti i dati necessari e premuto il pulsante "Calcola", al termine del calcolo viene abilitato il menù risultati.

Si precisa, inoltre che, secondo quanto previsto nella norma tecnica EN e successiva variante V1, la valutazione del rischio di fulminazione secondo la nuova norma deve essere rifatta anche se si era già effettuata una valutazione del rischio secondo la precedente norma CEI Su TuttoNormel n. Premessa 2. Sorgenti di danno e tipi di danno 3.

Il rischio e le perdite 3. Classificazione di un edificio in zone 5. Necessità o convenienza delle misure di protezione 6.

Premessa Dopo quasi dieci anni di vita e onorato servizio vanno a riposo le norme CEI relative alla protezione contro i fulmini. La norma CEI EN relativa ai principi generali introduce i parametri della corrente di fulmine e i relativi tipi di danno; illustra la necessità e la convenienza economica della protezione, le misure di protezione da adottare e i criteri per la protezione di strutture e servizi.

Valutazione del rischio di fulminazione delle strutture

I fulmini che colpiscono direttamente una struttura possono causare i seguenti tipi di danno: morte di persone o animali per tensioni di contatto e di passo dovute ad accoppiamento resistivo e induttivo D1 ; danni meccanici, incendi o esplosioni a causa delle altissime temperature del canale di fulmine, o del valore di corrente sovratemperatura dei conduttori , o per la quantità di carica trasportata perforazione di tubi, serbatoi, ecc.

S2: Fulminazione Indiretta della struttura il fulmine cade a terra in prossimità della struttura.

Questi fulmini possono causare: morte di persone o animali per tensioni di contatto dovute alle correnti di fulmine trasmesse dalla linea D1 ; incendi o esplosioni innescati dalle scariche pericolose dovute alle sovratensioni trasmesse dalla linea D2 ; avaria di apparecchiature elettriche ed elettroniche per sovratensioni trasmesse dalla linea D3.

S4: Fulminazione Indiretta di una Linea Entrante nella struttura il fulmine cade in prossimità di una linea entrante nella struttura. Si noti che tra i servizi entranti sono considerate solo le linee elettriche. Per questo motivo la norma impone la valutazione di L1, L2, L3 e lascia la facoltà di valutare e accettare la perdita L4. Manuale Nella directory principale del programma è presente un file di nome demo.

I file nei quali vengono salvati i progetti non contengono informazioni riguardanti i risultati, ma soltanto una ordinata sequenza di stringhe contenenti i dati di input.

Andrà quindi sempre effettuato il calcolo, dopo l'apertura di un progetto, per potere visualizzare i risultati. Modifiche della nuova versione La norma ha introdotto: a nuove formule per il calcolo della fulminazione diretta della linea e indiretta della struttura e della linea; b nuovi coefficienti, con relative tabelle, per il calcolo dei valori di probabilità e perdita; c alcune modifiche ai precedenti coefficienti; d nuove formule per il calcolo delle perdite che rendono più agevole la determinazione delle stesse; e nuove formule per il calcolo delle perdite relative all'area circostante e all'ambiente in presenza di rischi particolari; f è stato ricondotto all'interno della valutazione del rischio R4 il calcolo del costo delle perdite economiche; g sono cambiati molti simboli.

Quest'ultimo cambiamento sebbene abbia reso più chiara la norma, comporterà uno sforzo ulteriore da parte dei tecnici che ormai, dopo diversi anni d'uso, avevano familiarità con i vecchi simboli. Le modifiche sopra esposte hanno comportato in LARS i seguenti cambiamenti: 1 nella tabella Struttura sono presenti campi per l'inserimento dei valori totali di persone presenti, utenti serviti, valore economico dei beni culturali e valore economico della struttura.

E' anche presente la scelta del coefficiente PB e dei valori relativi al calcolo delle perdite per l'area circostante e l'ambiente, con riferimento ai rischi R1 ed R4; 2 le tabelle relative alle zone esterne, interne ed impianti interni rispecchiano i cambiamenti della norma con nuovi simboli, coefficienti e tabelle. Per i valori di zona, relativi alle persone presenti, utenti serviti, valore economico dei beni culturali e valore economico dei beni, il programma impedisce di inserire valori superiori al totale struttura.

Tale verifica riguarda unicamente il valore inserito nella singola zona ma non tiene conto del totale delle altre zone.

IngForum •Leggi argomento - Rischio scariche atmosferiche

Sarà cura, dell'utilizzatore di LARS di porre attenzione all'inserimento di dati coerenti; 3 è stata eliminata la tabella relativa al calcolo del costo economico delle perdite essendo stato accorpato all'interno del calcolo del rischio R4.

Il calcolo della convenienza delle misure di protezione non viene effettuato; 4 L'intestazione di progetto, la tabella simboli, i dati ed i risultati di calcolo sono riportati in undici tabelle, accessibili dopo l'effettuazione del calcolo che possono essere visualizzate, stampate tramite l'apposito pulsante o salvate stampandole su file. Sono stati quindi eliminati i menù salva e stampa.

Compatibilità con le versioni precedenti Le modifiche apportate hanno reso incompatibili i file di progetto realizzati con le precedenti versioni di LARS, andranno quindi ricaricati manualmente i dati di progetto se si vorrà ricalcolarli con la nuova versione.

Note LARS 3.

Salvare il file ed eventualmente rimuovere il file di back-up che l'editor potrebbe creare; d aprire con un editor di testo il file LARSPLIn. Salvare il file ed eventualmente rimuovere i files di back-up che l'editor potrebbe creare; e Cancellare tutti i files presenti nella cartella lars MINUSCOLO ; f Aprire una finestra di terminale, posizionarsi nella cartella LARS e digitare il seguente comando javac -d.