Skip to content

BMMG.US

Bmmg.us

Modello mud 2016 semplificato da scaricare


  1. MUD 2020 - Modello Unico di Dichiarazione Ambientale
  2. Info Tari - Iren
  3. Nexteco Blog

Il modello, già utilizzato nel , sarà utilizzato per le dichiarazioni da presentare, entro il 30 aprile Informazioni Semplificata e Comunicazione​. Rifiuti. Il produttore deve Scaricare il software MUD che, come ogni anno​, consente di produrre il file da inviare via telematica. • Accedere alla. presentazione del MUD da parte dei soggetti di cui all'art. del bmmg.us "​Approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale per l'anno. “ contiene le impianti autorizzati con procedura ordinaria e semplificata, artt. ​ bmmg.us L'azienda deve compilare una unica dichiarazione. I produttori di rifiuti soggetti all'obbligo di presentazione del MUD sono così individuati: il Modello Unico di Dichiarazione Ambientale tramite la Comunicazione Rifiuti Semplificata La comunicazione rifiuti semplificata non può essere presentata da produttori che Clicca qui per scaricare le istruzioni in formato PDF. Per scaricare il tracciato record ed avere istruzioni dettagliate per la presentazione 45 del 22 febbraio , è confermato e sarà utilizzato per le dichiarazioni da tale modello non può essere utilizzato per la compilazione e presentazione. e gli studi di consulenza possono inviare telematicamente i MUD compilati per. del bmmg.us / e s.m.i. devono presentare il Modello Unico di ESCLUSIONE DA REGISTRO DI CARICO-SCARICO PER RIFIUTI NON PERICOLOSI del MUD semplificato cartaceo solo le imprese che, nell'anno non possono compilare il MUD semplificato cartaceo (riportato in.

Nome: modello mud 2016 semplificato da scaricare
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza: Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 64.29 Megabytes

Modello mud 2016 semplificato da scaricare

Home MUD Il modello di dichiarazione ambientale, allegato al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 24 dicembre , pubblicato nel Supplemento ordinario n. Attenzione: il D. Si ricorda inoltre che sono esclusi dall'obbligo di presentazione del MUD, in base alla Legge 28 dicembre , le imprese agricole di cui all'articolo del codice civile, nonché i soggetti esercenti attività ricadenti nell'ambito dei codici ATECO Come va presentata la comunicazione semplificata Il dichiarante dovrà seguire i seguenti passi: Compilare la comunicazione inserendo i dati nel portale mudsemplificato.

Attenzione che se l'unico file PDF ottenuto dalla scansione sarà firmato digitalmente con la firma elettronica, in tal caso non è necessario inserirvi anche la copia del documento d'identità. Trasmettere via PEC all'indirizzo unico comunicazionemud pec.

MUD 2020 - Modello Unico di Dichiarazione Ambientale

Trascina i file qui oppure Tipi di file accettati: jpg, jpeg, pdf, bmp, png, tiff, tif. Il pagamento per la prestazione del servizio di elaborazione e invio telematico del MUD Semplificato è anticipato e potrà essere effettuato secondo le seguenti modalità, considerando che l'importo da pagare è iva compresa ed è quello che trovate indicato accanto alla voce relativa alla tipologia di servizio scelto.

Autorizzo la società Tecnoservizi srl all'utilizzo dai dati inseriti per l'espletamento delle funzioni relative al servizio richiesto ed in ottemperanza alla normativa relativa il trattamento dei dati ai sensi dell' art. Ho verificato di essere nelle condizioni che consentono l'invio della comunicazione semplificata del MUD.

Ho verificato il corretto inserimento dei dati inseriti confermandone la veridicità e la correttezza. Via, N. Indirizzo, numero civico, codice di avviamento postale e numero di telefono completo di prefisso dell unità locale relativa alla comunicazione rifiuti.

Riportare il codice ISTAT dell'attività economica da cui hanno prevalentemente origine i rifiuti, esercitata nell'unità locale. La codifica da utilizzare è quella stabilita dall'istat ed in uso dal Totale addetti unità locale.

Riportare il numero medio degli addetti dell'unità locale nel corso dell anno di riferimento si calcola con riferimento al numero di dipendenti occupati a tempo pieno durante l anno cui si riferisce la dichiarazione, aumentato delle frazioni di unità lavorative dovute ai lavoratori a tempo parziale ed a quelli stagionali che rappresentano frazioni, in dodicesimi, di unità lavorative annue.

Riportare per esteso Cognome e Nome del Legale Rappresentante che firma la comunicazione rifiuti o suo delegato alla firma. La comunicazione rifiuti va firmato dal Legale Rappresentante o da un suo delegato alla firma, il cui cognome e nome devono essere riportati alle righe precedenti.

Scheda rifiuto semplififcata Codice rifiuto. Riportare il codice del rifiuto cui si riferisce la Scheda; tale codice si individua nell elenco europeo dei rifiuti.

Quantità prodotta. Riportare la quantità totale, espressa in peso, prodotta nell'anno di riferimento, barrando la casella corrispondente all'unità di misura utilizzata kg o t.

Stato fisico. Barrare la casella corrispondente allo stato fisico del rifiuto dichiarato. Nel caso in cui lo stato fisico del rifiuto sia corrispondente a più fasi indicare gli stati fisici corrispondenti alle varie fasi. Elenco dei trasportatori cui è stato affidato il rifiuto.

Va compilato, per i rifiuti in uscita dall unità locale, solo se il dichiarante nell'anno di riferimento ha conferito il rifiuto in oggetto a terzi tramite soggetti che esercitano esclusivamente attività di trasporto vettori , ovvero soggetti diversi dal destinatario.

Riportare il codice fiscale non la partita IVA e la ragione sociale del trasportatore. Possono essere riportati non più di tre trasportatori per rifiuto. Destinazione del rifiuto. Va compilato solo se il dichiarante nell'anno di riferimento ha conferito il rifiuto in oggetto a terzi o ad altra unità locale dello stesso dichiarante per attività di recupero o smaltimento. Va indicato un destinatario del rifiuto: per ogni unità locale di destinazione del rifiuto, se situata in Italia; per ogni soggetto al quale è stato conferito il rifiuto con destinazione estera.

Soggetto destinatario del rifiuto. Riportare nel seguito: codice fiscale non la partita IVA del soggetto al quale si è conferito il rifiuto da non riportare se trattasi di soggetti non aventi sede legale in Italia ; ragione sociale del soggetto al quale si è conferito il rifiuto.

Sede impianto di destinazione se di destinazione nazionale. Riportare nel seguito: Indirizzo dell unità locale dove si trova l impianto di destinazione del rifiuto Provincia, Comune, C. Quantità conferita nell anno.

Riportare la quantità totale di rifiuto, espressa in peso, conferita alla sede o al soggetto in caso di destinazione estera sopra indicata nell'anno di riferimento e la relativa unità di misura kg o t. Possono essere riportati non più di tre destinatari per rifiuto.

I dati riportati nella sezione anagrafica sono dati anagrafici descrittivi dell unità locale e della sede legale del soggetto dichiarante. Scheda anagrafica SA1 Codice fiscale. Il codice fiscale del soggetto dichiarante non la partita IVA va riportato negli appositi spazi presenti in testa ad ogni pagina del MUD; serve a riferire univocamente al dichiarante tutte le sezioni, schede e moduli compilati Nella dichiarazione MUD deve essere riportato il C.

Riportare l anno cui si riferisce la dichiarazione , ossia l anno precedente all anno di presentazione del MUD Nome o ragione sociale. Riportare per esteso il Nome o la Ragione Sociale del dichiarante. Riportare il numero di iscrizione al Repertorio notizie Economiche ed Amministrative dell unità locale cui si riferisce il MUD.

I comuni ed i soggetti che non hanno l obbligo di iscrizione al Registro Imprese ed al REA, e quindi non vi sono iscritti, non devono compilare questa voce.

Info Tari - Iren

Riportare l indirizzo completo dell unità locale del soggetto dichiarante cui si riferisce il MUD:provincia, comune, via, numero civico, CAP, prefisso e numero telefonico. Nel caso di soggetti che svolgono esclusivamente attività di trasporto di rifiuti, per unità locale si intende la sede legale di tali soggetti.

Per le attività di intermediazione e commercio di rifiuti senza detenzione, l unità locale coincide con la sede presso la quale l impresa conserva i registri di carico e scarico. Riportare il numero medio degli addetti dell unità locale nel corso dell anno di riferimento si calcola con riferimento al numero di unità lavorative che corrisponde al numero di dipendenti occupati a tempo pieno durante l anno cui si riferisce la dichiarazione, aumentato delle frazioni di unità lavorative dovute ai lavoratori a tempo parziale ed a quelli stagionali che rappresentano frazioni, in dodicesimi, di unità lavorative annue.

Nexteco Blog

Sede legale. Riportare l indirizzo completo della sede legale del dichiarante. Se la sede legale corrisponde alla sede dell unità locale non ripetere i dati.

Legale rappresentante o suo delegato. Riportare per esteso cognome e nome del Legale Rappresentante che firma il MUD o suo delegato alla firma. Il MUD va firmato dal Legale Rappresentante o da un suo delegato alla firma, il cui cognome e nome sono riportati alla riga precedente.

Contrassegnare il tipo di versamento del diritto di segreteria prescelto. Dati riepilogativi sulle sezioni allegate. Riportare il numero totale delle schede e dei relativi moduli compilati ed allegati alla sezione anagrafica, per le sezioni utilizzate.

Idem come sopra Firma. Idem come sopra Data. Scheda CS Elenco dei comuni consorziati, associati o serviti omissis Scheda RIF SR Compilare una scheda per ogni rifiuto che il dichiarante, nel corso dell anno cui si riferisce la dichiarazione, ha: prodotto nell unità locale cui si riferisce la dichiarazione; prodotto fuori dall unità locale nell ambito di attività svolte in sedi non costituenti unità locali es. Ogni scheda è corredata da moduli da compilare ed allegare, uno per ogni soggetto dal quale si e ricevuto o al quale si è conferito una parte o la totalità del rifiuto dichiarato nell anno di riferimento ovvero uno per ogni località esterna all unità locale in cui il dichiarante ha prodotto il rifiuto.

Codice fiscale. Codice rifiuto. Numerare in modo progressivo le Schede RIF compilate al fine di potere distinguere fra loro i rifiuti.

Nome codificato del rifiuto. Riportare il nome codificato del rifiuto corrispondente al codice rifiuto. Nel caso in cui lo stato fisico è riferito a più fasi, indicare gli stati fisici corrispondenti alle varie fasi. Origine del rifiuto Rifiuto prodotto nell unità locale.

Se il rifiuto e stato prodotto, tutto o in parte, dal dichiarante presso l unità locale, riportare la quantità totale, espressa in peso, prodotta nell anno di riferimento, barrando la casella corrispondente all unità di misura utilizzata kg o t. Rifiuto ricevuto da terzi. Se il rifiuto è stato ricevuto, tutto o in parte, da terzi o da altra unità locale dello stesso dichiarante, anche tramite vettore, indicare la quantità totale, espressa in peso, ricevuta nell anno di riferimento, barrando la casella corrispondente all unità di misura utilizzata kg o t.

Se il rifiuto è stato prodotto, tutto o in parte, dal dichiarante fuori dall unità locale in sedi non costituenti unità locale o presso altre unità locali , a seguito di attività: di demolizione, di manutenzione, di bonifica, indicarne la quantità totale, espressa in peso, prodotta nell anno di riferimento, barrando la casella corrispondente all unità di misura utilizzata kg o t.

Destinazione del rifiuto Rifiuto consegnato a terzi per operazioni di recupero o smaltimento. Se il rifiuto è stato consegnato, tutto o in parte, a terzi o ad altra unità locale dello stesso dichiarante per operazioni di recupero o smaltimento, indicare la quantità totale, espressa in peso, consegnata nell anno di riferimento, barrando la casella corrispondente all unità di misura utilizzata kg o t.

Vettori cui è stato affidato il trasporto dei rifiuti. Se per il trasporto del rifiuto presso soggetti terzi comprese altre unità locali della stessa impresa il dichiarante si è avvalso di uno o più vettori dovrà compilare ed allegare uno o più moduli TE. L unica eccezione è riferita al caso in cui il trasporto venga effettuato con mezzi del mittente o del destinatario, cioè senza l intervento di un vettore terzo trasportatore ; in questo caso va compilato solo il modulo DR.

Attività di recupero o smaltimento svolte presso l unità locale.

Se presso l unità locale il dichiarante ha svolto attività di recupero o di smaltimento in forma ordinaria ovvero in base ad autorizzazione di cui all art.

Se presso l unità locale il dichiarante ha svolto attività di smaltimento in forma speciale in base all ordinanza di cui all articolo del D. Attività di solo trasporto. Se il dichiarante ha svolto, in relazione al rifiuto nella scheda RIF, esclusivamente attività di trasporto barrare la casella affermativa corrispondente a tale attività e non compilare alcun modulo GESTIONE; in caso contrario barrare comunque la casella negativa.

Nel caso in cui il rifiuto sia stato ricevuto tramite un soggetto che svolge esclusivamente attività di trasporto vettore compilare il modulo RT solo per il mittente. N progressivo Scheda RIF. Soggetto che ha conferito il rifiuto. Riportare nel seguito: - codice fiscale non la partita IVA del soggetto dal quale si è ricevuto il rifiuto da non riportare se trattasi di soggetti non aventi sede legale in Italia ; - Nome o ragione sociale del soggetto dal quale si è ricevuto il rifiuto.

Sede unità locale di provenienza del rifiuto da compilare solo per rifiuti provenienti dall Italia. Se il rifiuto proviene dall estero riportare nelle apposite caselle il codice ISTAT identificativo dello stato di provenienza.