Skip to content

BMMG.US

Bmmg.us

Realizzare un bagno senza scarichi


Vorresti realizzare un bagno lontano dagli scarichi? Esistono soluzioni alternative che ti permettono di ricavare un bagno anche senza scarico, vediamole. Per realizzare un bagno senza vincoli di scarichi è sufficiente una pompa speciale, dallo spessore minimo, che concilia esigenze estetiche e. Stai pensando di realizzare un secondo bagno in casa? fare tubazioni di scarico con diametri molto ridotti e in orizzontale, senza pendenza. UN SISTEMA A ° PER SANITARI, LAVABO E DOCCIA. Con l'elegante struttura vetrata Saniwall Up Pro puoi realizzare un bagno completo. Sostanzialmente si tratta, appunto, di un sistema per realizzare bagni o cucine se il sanitrit viene usato senza realizzare un condotto verticale (lo scarico Anzi si potrebbe dire che un bagno con sanitrit (ma anche senza.

Nome: realizzare un bagno senza scarichi
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 58.75 Megabytes

Realizzare un bagno senza scarichi

Tweet su Twitter Come spostare un bagno o crearne uno ex novo Tra tutti gli ambienti domestici, in genere, il bagno è in assoluto il primo che si decide di ristrutturare o rinnovare, specialmente quando si acquista una casa che precedentemente era già occupata da altre persone. Questo in genere viene ricavato sottraendo una porzione di spazio da una camera, o magari da due, in modo che il nuovo servizio igienico si trovi tra due stanze da letto diverse e si abbia accesso da entrambe; oppure rinunciando ad un ripostiglio o ancora sfruttando spazi morti, come possono essere quelli al di sotto delle scale.

In tutti i casi sarà necessario rimuovere la pavimentazione esistente per posizionare nuove tubature, infine in questi spazi di risulta è molto difficile che si riesca a disporre di finestre, per cui è assolutamente obbligatorio prevedere un sistema di aspirazione, che per legge va installato in tutti i bagni cosiddetti ciechi.

La posizione migliore per ricavare un secondo bagno sarebbe in adiacenza al primo oppure nelle vicinanze della cucina, in modo da poter sfruttare gli impianti idrici e gli scarichi esistenti senza bisogno di ricorrere a soluzioni più complesse. Per prima cosa bisogna tener presente che in ogni casa vi è almeno una colonna di scarico delle acque nere che corre a parete e nella quale devono confluire gli scarichi del wc: questo generalmente è installato proprio davanti alla colonna, o molto vicino alla stessa; qualora si decida di spostarlo o di aggiungerne un altro bisognerà comunque garantire che sfoci nella colonna esistente.

Questo è essenzialmente il motivo per cui sovente troviamo bagni ristrutturati con la presenza di un gradino interno, ovvero nei quali quanto meno la parte che ospita wc e bidet è rialzata rispetto al resto; talvolta poi è tutto il bagno ed essere una decina o quindicina di cm più alto degli altri locali, tutto dipende da dove a dove bisogna far confluire lo scarico e quanta strada in pendenza questo deve fare per arrivare alla colonna. Se si tratta invece di un secondo bagno non vi è problema, perché basta che almeno uno in casa sia accessibile.

Il sistema è testato e funziona, ma ancor più del solito bisogna far attenzione ad utilizzare il wc in maniera consona ed a non buttarvi niente di diverso da quanto contemplato: no a salviette, cottonfioc ed ovviamente pannolini e rifiuti di altro tipo! Davvero interessante anche la soluzione proposta dalla ditta tedesca TECE www. Come visto dunque le soluzioni possibili per modificare i servizi igienici esistenti o crearne di nuovi sono davvero molte, tutto dipende dalle esigenze del singolo, di quanto spazio dispone e di che tipo di lavori si è disposti ad affrontare, sia in termini di demolizioni e seccature, ma anche e soprattutto di spesa.

Secondo bagno: come attrezzarlo e quanto costa

Spostare gli scarichi con il sistema Sanitrit photo credit www. Quando si realizzano lavori in casa , gli interventi più complessi sono quelli che prevedono di spostare gli scarichi degli impianti idrici.

Molto spesso, per conferire una distribuzione interna più funzionale e attuale a un alloggio datato, si decide di modificare la posizione del bagno e della cucina.

In casi come questi, è necessario uno studio approfondito del progetto.

In questo modo, si evita di commettere errori che possano comportare, nel tempo, un cattivo funzionamento degli impianti. Avete deciso di spostare gli scarichi di bagno e cucina?

Prima di farlo rivolgetevi sempre a un architetto. In realtà, tali tubi non sono perfettamente orizzontali, ma hanno una limitata pendenza. Nonostante il valore ridotto, la pendenza è comunque particolarmente importante. Le tubazioni orizzontali conducono alle colonne di scarico, ovvero alle tubazioni verticali, di solito poste in prossimità del vaso igienico.

Invece, dato che la pompa spinge l'acqua fino alla colonna di scarico, proprio in questo punto potrebbe crearsi un normale rumore di spruzzo, evitabile mediante il rivestimento del punto di innesto con materiali fonoisolanti. I sanitrit di nuova generazione, oltre a essere dotati di valvola di non ritorno che impedisce ai liquidi di rifluire all'apparato, sono anche equipaggiati con filtri a carboni attivi che evitano la formazione di cattivi odori, di conseguenza non necessitano di particolari apparati di ventilazione.

È importante ricordare che i trituratori sono progettati per triturare solo materiale fecale e carta igienica, quindi, non va gettato nel wc alcun materiale differente, come residui di spazzatura, tovagliette imbevute, assorbenti e pannolini, ma anche ovatta che provocherebbero il blocco e il conseguente danneggiamento del trituratore. Attenzione: essendo il sanitrit collegato alla rete elettrica, non deve essere usato in caso di mancanza di energia elettrica perché la pompa non funzionerebbe.

Non è richiesta alcuna particolare manutenzione sanitrit se non quella di usare, di tanto in tanto, un liquido anticalcare per evitare la formazione di calcare e migliorare il rendimento del sistema, ed evitare assolutamente l'utilizzo di acidi per la pulizia. Quale tipo di sanitrit scegliere Esistono vari modelli di trituratore wc che si adattano tranquillamente a qualsiasi tipo di installazione.

Si parte dal classico Sanitrit Up prodotto dalla SFA spa adattabile a tutti i tipi di wc, capace di superare dislivelli fino a 4 metri e lunghezze orizzontali fino a metri.

Altro modello dall'installazione completamente a vista che si adatta a tutti i modelli di wc con scarico a parete e posizionabile in qualsiasi luogo, è il modello Sanisplit prodotto dalla di. Composto da due unità, la prima fissata al wc e la seconda unità estraibile che contiene il meccanismo di funzionamento.

I trituratori possono essere utilizzati anche in luoghi con alta densità di persone, come palestre, uffici, etc, impiegando semplicemente un trituratore potente ad alte prestazioni, adatto per un uso intensivo. Sono particolarmente indicati anche per la cucina, il lavabo , la doccia e il bidet, riescono a scaricare elevati volumi di acque senza creare problematiche di funzionamento.

Potrebbe piacerti: SCARICARE FILE SENZA LIMITI