Skip to content

BMMG.US

Bmmg.us

Compilazione registro rifiuti carico e scarico


La seguente istruzione operativa vuole essere un supporto alla corretta compilazione del registro di carico e scarico e del formulario di identificazione rifiuti. Il registro di carico/scarico è un vero e proprio registro di contabilità o smaltimento; vi sono annotati i movimenti di carico e scarico dei rifiuti. Caratteristiche del rifiuto: sono solo dati informativi e non c'è nulla da compilare. GAB/DEC//98 (esplicativa sulla compilazione dei registri di carico scarico dei rifiuti e dei formulari di accompagnamento dei rifiuti). aprile modelli A e B e la CIRCOLARE 4 agosto , esplicativa sulla compilazione dei registri di carico scarico dei rifiuti e dei formulari di. Il registro di carico e scarico è un documento nel quale devono essere riportate tutte le informazioni sui rifiuti prodotti, trasportati, recuperati e smaltiti. La sua.

Nome: compilazione registro rifiuti carico e scarico
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
Licenza: Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 34.40 MB

L'articolo 12 del decreto legislativo n. I suddetti dati devono essere utilizzati per la comunicazione annuale al Catasto. L'articolo 15 del decreto legislativo n. In relazione alle numerose richieste di chiarimento pervenute a seguito dell'entrata in vigore dei predetti decreti si forniscono le seguenti precisazioni e chiarimenti operativi. I soggetti che per esigenze operative utilizzano contestualmente più bollettari dovranno prestare particolare attenzione al rispetto di tale disposizione, curando, inoltre, che la registrazione delle operazioni di trasporto sul registro di carico e scarico rispetti l'ordine cronologico di emissione dei formulari; c la stampa dei formulari da parte delle tipografie autorizzate deve avvenire nel rispetto di quanto previsto dal decreto ministeriale Finanze 29 novembre ; d la vendita dei formulari da parte del rivenditore deve essere condotta nel rispetto di quanto previsto all'articolo 10 decreto ministeriale Finanze 29 novembre ; e nel caso in cui i formulari siano tenuti mediante strumenti informatici, il modulo continuo da utilizzare deve essere predisposto dalle tipografie autorizzate di cui all'articolo 4, comma 1, del decreto ministeriale n.

La parte del frontespizio relativa a "Ubicazione dell'esercizio La data da riportare a fianco dei suddetti "serie e numero" è la data di emissione, cioè di compilazione, del formulario, e dovrà, ovviamente, essere uguale per tutte e quattro le copie. Quest'ultima infatti, si riferisce alla data ed ora di partenza del trasporto.

Esso si compone di quattro copie le quali devono essere compilate, datate e firmate dal produttore e controfirmate dal trasportatore.

La prima di queste quattro copie deve rimanere al produttore mentre le altre tre copie devono essere acquisite una dal destinatario e due al trasportatore, il quale provvederà ad inviare al produttore la quarta copia in cui deve essere compilata la parte in cui si conferma la ricezione del rifiuto presso il destinatario ed il peso verificato a destino. Il produttore è responsabile fino ad avvenuto smaltimento.

Rifiuti– nota informativa sul registro di carico e scarico - Confindustria Firenze

Anche in questo caso è necessario conservare le copie per almeno 5 anni. Maggiori dettagli circa i soggetti obbligati sono disponibili a questo link.

Ambiente 30 marzo , n. Nuovo M. Il nuovo M. Infatti, l'articolo 15, comma 3, del decreto legislativo 5 febbraio , n.

Per quanto poi riguarda le modalità da seguire per garantire l'effettiva attuazione dell'integrazione tra registri e formulari, è importante sottolineare che, ai sensi dell'articolo 12, comma 1, lettere da a a d , del decreto legislativo 5 febbraio , n. In tale evenienza, tuttavia, l'esonero dall'obbligo del registro dovrà risultare da specifica indicazione riportata nell'apposito spazio del formulario riservato alle "annotazioni".

Il formulario stesso, inoltre, dovrà essere conservato presso i suddetti soggetti non obbligati alla tenuta dei registri di carico e scarico.

Resta fermo che il trasporto di rifiuti urbani effettuato da un centro di stoccaggio a un centro di smaltimento o recupero deve sempre essere accompagnato dal formulazio di identificazione; o deve essere emesso un formulario per ciascun rifiuto quale risulta individuato dal codice CER e dalla descrizione. A tale ultimo fine, al punto 4 del formulario, voce "Descrizione" dovrà riportarsi l'aspetto esteriore dei rifiuti che consente di identificare il rifiuto con il massimo grado di accuratezza, tenuto conto che la descrizione del CER non è sempre esaustiva, soprattutto in riferimento ai codici che recano negli ultimi due campi numerici le cifre "99"; p le quantità vanno indicate in kg oppure in litri.

L'esclusione dall'obbligo della predetta iscrizione deve risultare dall'apposita dichiarazione riportata in fine del punto 3 della prima sezione del formulario. A tal fine il produttore che effettua il trasporto deve barrare l'apposita parentesi inserita dopo le parole "trasporto di rifiuti non pericolosi prodotti nel proprio stabilimento" e dopo la preposizione "di" indicare il luogo e lo stabilimento di produzione dei rifiuti trasportati.

Ovviamente quando i rifiuti non pericolosi sono trasportati dallo stesso soggetto che li ha prodotti, il punto 3 del formulario, non deve essere compilato, limitatamente ai seguenti dati identificativi: "Trasportatore del rifiuto La medesima procedura si applica agli imprenditori agricoli nei casi previsti dall'articolo 3 del decreto legislativo 30 aprile , n.

Inoltre, dovrà essere contrassegnata la casella ".

Albo , dei diversi mezzi utilizzati es. In caso di trasporto misto es. In caso di trasbordo parziale del carico su mezzo diverso effettuato per motivi eccezionali, il trasportatore dovrà emettere un nuovo formulario relativo al quantitativo di rifiuti conferito al secondo mezzo di trasporto.