Skip to content

BMMG.US

Bmmg.us

Elettrica torpedine scaricare


  1. Pesci elettrici: animali straordinari
  2. Salve, volevo sapere come fanno le torpedini a produrre energia elettrica. Grazie
  3. Fenomeni fisico-chimici dei corpi viventi/Lezione X - Wikisource
  4. Torpedine, un incontro elettrizzante

Le torpedini (ordine torpediniformes, anche dette razze elettriche per la oro somiglianza morfologica con l'ordine dei raiformi) sono pesci cartilaginei di forma appiattita caratterizzati dalla presenza, ai lati del corpo, di un particolare organo definito organo elettrogeno in grado di produrre un campo elettrico la cui scarica può. La protagonista del video è una torpedine marezzata (Torpedo marmorata), La scarica elettrica non è mortale per gli esseri umani, ma può. Le torpedini sono dei pesci stupendi che però possiedono un'arma sono in grado di generare una scarica elettrica abbastanza forte da poter. Tutti i fenomeni della scarica o scossadella torpedine sono dunque dovuti a una corrente elettrica. L'apparecchio da cui questa corrente è prodotta consiste in. Caratteristica peculiare (comune a tutti i Torpedinidi) sono gli organi elettrici, dai pesci: questo valore prende il nome di scarica dell'organo elettrico (è tuttavia .

Nome: elettrica torpedine scaricare
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza: Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 54.51 Megabytes

Elettrica torpedine scaricare

Pesci elettrici — Corrente propria della rana. Due soli fra questi sono stati studiati con cura, la torpedine e il gimnoto, e quella più che questo. Parleremo dunque più particolarmente della torpedine. Se si prende fra le mani una torpedine viva si risente immediatamente una forte commozione ai polsi e alle braccia, paragonabile a quella che vien prodotta da una pila a colonna di a coppie caricata con acqua salata. La scossa della torpedine è accompagnata da tutti i fenomeni proprii della scarica o della corrente elettrica.

Le rane preparate al modo di Galvani distese sul corpo della torpedine si veggono saltellare ad ogni scossa che essa dà allorchè è irritata. Si veggono queste rane saltare, anche quando sono poste a qualche metro di distanza dalla torpedine, purchè posino sopra un panno bagnato, su cui si trova anche la torpedine. Malgrado questi isolamenti la rana indica di nuovo la scossa quando si fa in modo che un lungo tratto del suo filamento nervoso sia disteso sul corpo della torpedine.

Questo fatto è simile a quello della scossa provata nel dito di colui che tocca la torpedine isolata.

Volta deplora il fatto che tali esperienze riconducano alla "fazione galvani sta" numerosi studiosi che avevano in un primo tempo aderito alla sua tesi "metallica".

Alessandro Volta, Collezione dell'Opere del cavalier Volta. Firenze, , t. Volta non abbandona la partita!

Realizza anche lui delle esperienze sulle contrazioni senza metalli e rileva che gli effetti sulle rane sono influenzati dalla diversa natura dei tessuti che vengono messi a contatto, tessuti che contengono differenti soluzioni organiche. Nell'ottobre egli afferma che i conduttori "di seconda classe" - cioè i tessuti organici umidi nervi o muscoli - possono essere anch'essi "motori" dell'elettricità.

Questa generalizzazione della sua teoria del contatto gli consente di rispondere ai seguaci di Galvani che è la differenza tra i conduttori ad essere essenziale, sia che si tratti di conduttori metallici di "prima classe" , che di tessuti umidi "di seconda classe".

Tra i due casi non c'è che una differenza di grado, dato che il contatto tra due conduttori "di seconda classe" produce effetti elettrici molto più deboli.

Differenti combinazioni tra conduttori di natura diversa. Le maiuscole designano i "conduttori di prima classe" metalli , le minuscole quelli di "seconda classe" conduttori umidi. A questo stadio della controversia era molto difficile scegliere quale tra le due interpretazioni fosse quella giusta, nella misura in cui solo un corpo organico lingua, rana è abbastanza sensibile da permettere di rilevare gli effetti elettrici molto deboli in gioco, effetti dell'elettricità animale secondo Galvani ed effetti dovuti alla natura eterogenea dei conduttori secondo Volta.

Volta aveva messo a punto uno strumento molto sensibile, il suo elettrometro condensatore, per misurare deboli tensioni elettriche. Nel descrive lunghe e delicate esperienze con tale strumento il quale, egli afferma, evidenzia le tensioni provocate dal semplice contatto tra due diversi metalli.

In questa esperienza non entra più in gioco nessun corpo organico.

Volta ha ricondotto il dibattito sul suo terreno, quello della fisica. Sia ai suoi occhi che a quelli dei suoi sostenitori si tratta di un'esperienza cruciale. Tuttavia l'esperienza è molto delicata, troppo per gli anatomisti, il risultato fu messo in dubbio e furono chiamati in causa fenomeni parassiti.

L'elettroscopio condensatore con il quale Volta afferma di poter evidenziare l'elettricità prodotta dal contatto tra due dischi di metalli diversi m ed n. Marc Sirol, Galvani et le galvanisme , Paris, Nel frattempo i sostenitori dell'elettricità animale non sono rimasti inattivi.

Cos' Alexander Von Humboldt conferma le osservazioni di Galvani sulle contrazioni in assenza di metalli. E, soprattutto, provoca un movimento mettendo a contatto le due estremità di un pezzo di muscolo con due punti di un nervo crurale.

Pesci elettrici: animali straordinari

I due contatti sono qui della stessa natura e la "differenza tra i conduttori" invocata da Volta non interviene. Preparai l'animale nella solita maniera; tagliai indi l'un nervo isciatico, e l'altro presso la sua escita dal canal vertebrale ; poi divisi, e separai una gamba dall'altra, in modo che ciascuna d'esse rimanesse col solo suo corrispondente nervo ; piegai in appresso il nervo dell'una a modo di picciol arco, indi alzato col solito cilindretto di vetro il nervo dell'altra, lo lasciai cadere sopra quest'arco nervoso, coll'avvertenza che il nervo nella sua caduta toccasse in due punti l'altro piegato in arco, e che la boccuccia di quello formasse uno dei due punti.

Vidi moversi la gamba, il di cui nervo io faceva sopra il nervo dell'altra, talvolta ancora vidi moversi ambidue, e l'esperimento succede essendo esse isolate totalmente, e non avendo fra loro commercio alcun salvo che pel toccamento de' nervi.

Or, quale eterogeneità potrà qui richiamarsi in aiuto delle insorte contrazioni, allorché i soli nervi vengono fra di loro a contatto?

Salve, volevo sapere come fanno le torpedini a produrre energia elettrica. Grazie

Un ultimo dubbio potrebbe sussistere, aggiunge Galvani, se queste contrazioni siano dovute al di là di ogni dubbio all'elettricità animale; Quelle "che si ottengono con [metalli differenti] fossero da ascrivarsi alla elettricità comune". Volta colla mia, e l'una non avrebbe distrutta l'altra.

La domanda viene posta, ma il seguito della memoria di Galvani è una lunga confutazione degli argomenti di Volta sul ruolo motore dell'eterogeneità dei conduttori. De Réaumur.

Fenomeni fisico-chimici dei corpi viventi/Lezione X - Wikisource

Des effets que produit le poisson appellé en français torpille, ou tremble, sur ceux qui le touche ; et de la cause dont ils dépendent. Histoire et Mémoires de l'Académie des sciences , , p. Si tratta della torpedine, sulla quale egli ha finalmente l'occasione di sperimentare durante un soggiorno sull'Adriatico, nel Durante la scarica, che è sotto il controllo del sistema nervoso , la differenza di potenziale si instaura tra la superficie ventrale e quella dorsale della torpedine.

L'organo elettrico di Malapterurus avvolge, come un involucro semitrasparente, gran parte del corpo dell'animale; a differenza degli altri si ritiene che abbia avuto origine da tessuti ghiandolari. Anche la funzione dell'elettricità prodotta sembra sostanzialmente diversa nei due gruppi: infatti, le specie a scarica potente se ne servono per tramortire la preda o per difendersi da presunti avversari.

De Agostini Editore S. Ce ne sono parecchi. Uno, la torpedine, vive nel Mediterraneo ed è lungo circa 45 cm.

Torpedine, un incontro elettrizzante

Per stordire i pesci di cui si nutre produce una scossa utilizzando due organi elettrici situati ai lati del capo. La produzione di elettricità è sotto il controllo del sistema nervoso: da qui partono fasci di nervi che mandano le loro terminazioni agli organi elettrici.

Molti altri pesci, come il gimnoto, o anguilla elettrica, utilizzano la corrente elettrica per percepire la preda o stordirla. Soggetti che non avreste mai pensato potessero diventare amici. Oppure la tua torpedine è rimasta intrappolata in qualche rete da pesca.

Un pesce bellissimo e, devo dire, anche buonissimo!! Ho trovato una ricetta fantastica con pan grattato e patate… Strepitosa!! Your email address will not be published.

Name and email are required. Leave this field empty. Passa al contenuto Oggi vorrei portarvi alla scoperta di una specie ittica di particolare interesse distribuita nei nostri mari, anche se non risulta molto comune. Conservazione : non molto comune.